Pubblicato in: Libero Professionista

Consulenza e psicoterapia online: domande e risposte

 

Molti colleghi e molte colleghe mi stanno chiedendo informazioni sulle prestazioni psicologiche online.
Si tratta sicuramente di una soluzione utile in questo momento di crisi per continuare a offrire assistenza psicologica alla cittadinanza.

Ogni caso va valutato singolarmente: in ottica solidaristica e di colleganza, sono a disposizione dei colleghi e delle colleghe che avessero bisogno di un confronto.

Basta inviarmi un messaggio su whatsapp cliccando qui e possiamo fissare uno spazio telefonico per confrontarci.

Ho inoltre creato un gruppo whatsapp, riservato a psicologi, di domande e risposte sulle consulenze e le terapie online per discutere di eventuali dubbi.
I colleghi e le colleghe possono chiedermi il link per iscriversi con un messaggio.

Condivido poi alcuni articoli e materiali utili:

Pubblicato in: Libero Professionista, News e curiosità

Come scegliere il POS migliore per le tue esigenze

[AGGIORNAMENTO 26/02/2020: ho inserito una interessante convenzione sottoscritta dalla CAMPI]

La nuova Legge di Bilancio per il 2020 ha introdotto una novità che impatta sulla nostra vita professionale e su quella dei nostri pazienti.

Questi, se vorranno usufruire delle detrazioni per le spese sanitarie, dovranno pagare in modo tracciabile, quindi con bonifico, assegno o POS (leggi qui tutto l’approfondimento).

Occorre chiarire: i pazienti potranno continuare a pagare in contanti se lo vorranno, ma se lo faranno non potranno usufruire della detrazione del 19% sulle spese sanitarie.

Stando così le cose, se non l’hai già fatto, potrebbe essere questo il momento di valutare l’eventualità di dotarti di POS.

La scelta del POS deve tenere conto di alcune variabili specifiche, pertanto non c’è una risposta assoluta a qual è il POS più conveniente.

Continua a leggere “Come scegliere il POS migliore per le tue esigenze”

Pubblicato in: Formazione, Libero Professionista

Psicologo e nuove tecnologie: indagine in corso!

Pazienti che chiedono appuntamenti via whatsapp.
Sedute su Skype.
Visori per la realtà virtuale.
Programmi per la riabilitazione per bambini ed anziani.
Questo e molto altro: si parla di “futuro” della professione, in realtà è già il presente.

Un presente che ci fa intravedere molte opportunità – anche di lavoro e reddito – ma inevitabilmente ci pone molte domande, etiche, legali, cliniche e di setting.

Eppure nessuno sembra porre in maniera sistematica la questione.

Dall’Ordine Nazionale abbiamo ricevuto delle linee guida che hanno lasciato più punti in sospeso di prima; molto è lasciato alla buona volontà dei singoli psicologi e di qualche società scientifica più lungimirante.

A questo punto mi sembra utile cercare di mettere innanzitutto insieme quante più esperienze possibili, compresi i dubbi, le curiosità, le prospettive, per poi avviare un percorso di condivisione, riflessione e soprattutto sviluppo.

Iniziamo dalla Toscana.
Il questionario è qui 

👉 https://forms.gle/3bUPUSuxi1Qc4Le57 

ti richiederà pochi minuti per la compilazione.

Pubblicato in: ENPAP, Libero Professionista, Politica professionale

Gli psicologi e le stanze che contano

Medici in parlamento: 37

Psicologi in parlamento: 5 (4 alla Camera e 1 al Senato, prevalentemente del Movimento 5Stelle, poi della Lega e di Fratelli d’Italia).

Spesso gli psicologi lamentano la mancanza di rappresentanza “nelle stanze che contano” e la necessità di fare azioni di lobbying per orientare i processi decisionali (ed economici) del Paese.

La nostra numerosità, spesso rappresentata come un limite, può in effetti rappresentare un valore e un interesse che può costituire un peso sulla bilancia di chi si trova a dover decidere le politiche regionali e nazionali.

Certo, a patto di avere presente che le cose non accadono per magia e che bisogna muoversi, tutti.

Che poi qualche risultato magari arriva….

Qualche esempio recente.

Continua a leggere “Gli psicologi e le stanze che contano”