Pubblicato in: Vale la pena

E’ morto Adriano Ossicini, padre della Legge 56/89

– Professor Ossicini, qual è la lezione che si può trarre dalla sua storia?

CERCARE DI STARE DALLA PARTE GIUSTA.

Il 15 Febbraio 2019 ci ha lasciati Adriano Ossicini, il principale promotore della Legge 56/89 che ha riconosciuto la professione di psicologo in Italia.
Fu un’operazione di delicata mediazione, con la politica in generale e con i medici, preoccupati di non voler cedere terreno sulla diagnosi e il trattamento.
Sostenne la sua idea di avere una professione di psicologo in Italia attraverso la qualità: portava in parlamento Musatti, Bollea, Basaglia.

Di fronte a dei tecnici di altissimo valore, i parlamentari si dovevano arrendere.

[parole che proprio in questi giorni di figuracce col Senato, fanno sorridere molto amaramente ].

Ma c’è un’altra parte di storia nella vita di Adriano Ossicini, che secondo me dice molto di più di quanto non possa dire quella delicata operazione politica.
E’ la storia legata al suo essere medico e membro della Resistenza, quella legata alla vicenda del fantomatico Morbo K, una malattia inventata per ricoverare gli ebrei al Fatebenefratelli e sottrarli ai fascisti (“servitorelli sciocchi e vergognosi”) e ai nazisti.
Una storia che spiega come per Ossicini innanzitutto bisognasse agire per cercare di stare dalla parte giusta, per ideali e non per comodo. E mi piace pensare sia questo spirito, quello da cui origina la nostra professione nel nostro Paese.

(qui un’intervista dove Ossicini racconta la storia del Morbo K).

Annunci
Pubblicato in: Vale la pena

APericena a Firenze: un saluto prima del 2019

 

Stiamo per salutare un anno intenso, ricco di progetti, sfide, risultati, paure.

Per salutarci dolcemente e calorosamente, con AP Toscana abbiamo organizzato a Firenze un’apericena speciale, a base di di caffè latte (anche per gli intolleranti al lattosio), buffet di dolci inzuppabili, pane, marmellate, e poi affettati e formaggi.

L’appuntamento è per Venerdì 14 Dicembre alle ore 20 alla Pasticceria Dolci Pensieri (Via del Ponte alle Riffe 26 – Firenze).

Puoi prenotarti qui:  https://goo.gl/rJwtKN

Non si accettano maglioni 😉

(quota di partecipazione 10 euro).

 

Pubblicato in: Vale la pena

A Milano: psicologia online, realtà virtuale, nuove norme sulla privacy

Dopo Padova, anche a MILANO l’evento DP/AP Special Edition dedicato alle nuove frontiere della psicologia.

Interventi psicologici online, counseling e psicoterapia, chatbot, realtà virtuale, ologrammi, intelligenza artificiale; una parte sarà dedicata anche al nuovo regolamento generale per la protezione dei dati.

L’appuntamento è per Sabato 24 Marzo dalle ore 15 al Pacino Cafè.

Prenotazione obbligatoria: clicca

 

Per restare aggiornato su queste ed altre iniziative, iscriviti alla newsletter!

Iscrivendomi alla Newsletter acconsento al trattamento ai sensi della legge 6751-96 (tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali) e art. 13 DL. n.196, 30 giugno 2003.

Pubblicato in: Iniziative, promozione professionale, Vale la pena

Tutti pazzi per la relazione: l’ebook con le novità della psicoterapia sistemica

Dall’ultimo convegno di Roma della Società Italiana di Psicologia e Psicoterapia Relazionale, l’ebook “Tutti pazzi per … la relazione – le novità della psicoterapia sistemico-relazionale”, edito da Armando Editore.

Disponibile su Amazon, Ibs, Feltrinelli; al suo interno, tra gli altri contributi, segnalo:

  • Il terapeuta sistemico online. Tra bisogno di rassicurazione e necessità di innovazione (Ada Moscarella)
  • La réponse imprévue: una terapia familiare con un caso di Hikikomori (Mingione, Scappaticci, Moscarella).
Pubblicato in: Vale la pena

Tre cose da tenere e tre cose da cui imparare nel 2017

Il 2017 è stato un anno importante per me: dopo la cinghia più che stretta del 2016, la semina ossessiva e maniacale ha iniziato a dare i suoi frutti.

L’attività clinica è entrata a pieno regime, con soddisfazione nello studio e pure nel portafoglio.

Per la prima volta, poi, dopo quattro anni di onorato attivismo politico, la comunità dei colleghi mi ha riconosciuto l’onore (e l’onere) di rappresentarli all’ENPAP.

Un anno discretamente soddisfacente dunque, si può fare di meglio, ma non posso certo dire che siano mancati i bei momenti: ricordarli serve a mettere un po’ di fieno in cascina per i momenti bui 🙂

E da quelli brutti, come buona abitudine, cercherò comunque di trarre un buon insegnamento, per fare in modo che niente nella vita e nella professione accada invano 🙂

Continua a leggere “Tre cose da tenere e tre cose da cui imparare nel 2017”