Pubblicato in: Politica

Bersani è come Milhouse

Tra i voti degni di nota in questi giorni si registrano:
Veronica Lario
Pierluigi Bersani (si sarà votato da solo?)
Valeria Marini (burloni)
Giulio Andreotti (e poi dicono che Star Wars è solo un film)
Silvio Berlusconi (che cmq ha preso più voti di bersani)
Michele Cucuzza (ottimo per il discorso in preserale)
Daniela Santanchè (non ce la faccio a fare la battuta)
Rosario Fiorello(sai gli scherzi telefonici ad obama?)
Sophia Loren (da oscar)
Antonio Cabrini (ci vuole spinta sulle fasce)
Angelino Alfano (spinto da Lombroso)
Paola Binetti (così torniamo subito nel medioevo)
Guccini (per i radical chic)

Ora Bersani ha detto anche che si dimette.

E’ davvero più solo di Milhouse…

Pubblicato in: Politica, Riflessioni esistenziali

Gino e l’alfetta

Se fossi Ministro della Sanità eliminerei il profitto dalla Sanità. Vogliono il mercato? Lo facciano coi loro soldi. Tutti parlano del mercato poi la prima cosa che fanno è cercare le convenzioni con il pubblico per ciucciare denaro.

(Gino Strada)

Fatto questo, caro Gino, magari far anche uscire la politica dagli ospedali, perché ormai le nomine dei ruoli dirigenziali si fanno in base al bacino di voti disponibili e non in base alle competenze.