Pubblicato in: Iniziative, promozione professionale, Vale la pena

Tutti pazzi per la relazione: l’ebook con le novità della psicoterapia sistemica

Dall’ultimo convegno di Roma della Società Italiana di Psicologia e Psicoterapia Relazionale, l’ebook “Tutti pazzi per … la relazione – le novità della psicoterapia sistemico-relazionale”, edito da Armando Editore.

Disponibile su Amazon, Ibs, Feltrinelli; al suo interno, tra gli altri contributi, segnalo:

  • Il terapeuta sistemico online. Tra bisogno di rassicurazione e necessità di innovazione (Ada Moscarella)
  • La réponse imprévue: una terapia familiare con un caso di Hikikomori (Mingione, Scappaticci, Moscarella).
Annunci
Pubblicato in: Convegno Sippr 2013 - Prato

Prato – Appunti di viaggio G. #3 Post II

Un’attitudine e poi una capacità affinata che credo debba avere il bravo psicoterapeuta è quello di essere interrogativi, dubbiosi, critici, autocritici, creativi, tanto da tirar fuori anche dalla peggiore delle situazioni qualcosa per sé.

Nella mia tesi di specializzazione, sull’alcolismo gravissimo e la cronicità, scrivevo che la speranza non ha a che fare con l’ottimismo, ma con la possibilità.

La parola greca da cui origina “speranza”, in fondo, significa “io suppongo”.

A volte credo che più si ha fede (in un modello, in un’idea…) e forse meno si può avere speranza…Così credo anche che dall’intervento più “noioso” qui a Prato, ho cercato di fare supposizioni su cosa tenere per me, anche quando ciò che intendevo tenere era

…come non vorrò mai fare un’esposizione in pubblico…

Poi è arrivato l’ultimo intervento del Convegno, ormai alle 5 del pomeriggio, con 4 ore e mezzo di macchina che mi aspettavano…

Sale sul palco SILVIO MERCIAI, che io non avevo proprio idea di chi accidenti fosse, ma che temevo mi avrebbe enormemente annoiata.

Psicanalista SPI, alto, magrissimo, con un enorme naso, parla di empatia, inconscio e neuroscienze con una padronanza sconcertante.

Perfetto nel tono, nel linguaggio, fluidissimo nei collegamenti, è stato un autentico faro di speranza.

Suo l’intervento più applaudito, che ha cucito Freud, filosofia, inconscio, sociologia, neuroscienze, futuro, con un morbidissimo filo di seta.

Un’opera davvero incredibile.

Un premio e un regalo per la mia ostinazione a rimanere fino all’ultimo, anche se poi sono arrivata a casa a notte inoltrata…