Pubblicato in: Politica professionale

Il desiderio più desiderato dagli psicologi

1669_1984_storia_scavolini
– Attento a quello che desideri. Potrebbe avverarsi – Oscar Wilde. Oppure Jim Morrison, chi lo sa. Da quando c’è Facebook non si capisce più niente con queste citazioni!

Desideri, desideri…gli psicologi sono pieni di desideri…anzi, sembra quasi che il desiderio, forza assoluta e potentissima, sia il motore che li muove più di tutto.

Allora, poiché Barbara D’Urso ha detto che “se lo desideri, accade”, deve essere per forza prossima la realizzazione di uno dei desideri più desiderati dagli psicologi:

LA RETRIBUZIONE DEL TIROCINIO DEGLI SPECIALIZZANDI .

Sono sicura che è ormai dietro l’angolo il giorno in cui ci svegliamo e al telegiornale annunciano che gli specializzandi verranno retribuiti durante il loro periodo di tirocinio.

Non tanto eh, mica vogliamo essere irragionevoli.

Diciamo 200 euro al mese.

Immagino già il dibattito tra il Legislatore Illuminato, finalmente pervaso dalla saggezza che gli apre la mente sull’utilità della psicologia, e i suoi consulenti.

Legislatore Illuminato: – Mi scusi signor consulente, potrebbe gentilmente dirmi quanti sono questi tirocinanti da retribuire?

Consulente nell’Ombra: – Dunque. Considerando l’esistenza di 364 scuole di specializzazione in psicoterapia e che in ogni scuola ci sono 4 classi…facendo una media di 10 allievi a classe, direi che stiamo parlando circa di 14.500 unità.

Legislatore Illuminato: – Uhm. Pochini. E quanti soldi occorrono per retribuirli giustamente?

Consulente nell’Ombra: – Ipotizzando sei mesi di tirocinio, con una retribuzione di 200 euro al mese, direi che ci occorrono appena 17,5 milioni di euro l’anno.

Legislatore Illuminato: – Benissimo. E’ deciso. Mettiamo in vendita il Colosseo.

crisi_cultura_vendesi_colosseo_italia_documentario

DICIASSETTE MILIONI DI EURO L’ANNO.

Questi sono i soldi che occorrerebbero per avverare il desiderio più desiderato dagli psicologi.

Con questo numero io rispondo ogni volta che mi linkano, pieni di entusiasmo e senso di giustizia, l’ennesima petizione sul “perché gli specializzandi medici vengono pagati e gli psicologi no? Firmiamo, ribelliamo, rivoluzioniamo!”

E ogni volta ci accompagno un paio di domande:

– Siamo disposti a fare turni di 10-12 ore, Natale, Pasqua, Capodanno, notti comprese?

– Siamo disposti a una selezione serrata per cui i posti delle specializzazione diventano non più 3640 sul territorio nazionale, ma 10?

Siamo disposti, in sostanza, ad accettare le stesse condizioni di selezione e impiego degli specializzandi medici?

In quanti sono disposti a rispondere sì? Se siamo tanti, la rivoluzione si fa pure domani.

Ovviamente non vale se rispondete sì e siete già iscritti ad una scuola di specializzazione, o già specializzati.

Eppure quando pongo la questione in questi termini non ricevo esattamente un coro unanime di approvazione. Nessuno mi incorona come il genio che ha trovato la via per realizzare il più atavico dei desideri psicologici.

E pensare che non oso nemmeno dire che se davvero volessimo percorrere questa strada, dovremmo chiudere le specializzazioni almeno per i prossimi 10 anni, per assorbire l’attuale esageratissimo esubero.

Ma non mi posso fermare qui. Occorre, per onestà intellettuale, fare un passaggio successivo.

14384354-Immagine-concettuale-di-un-matematico-intelligente-gatto-seduto-a-giocare-con-un-grande-pallottolier-Archivio-Fotografico

Come si è arrivati ad avere 364 scuole di specializzazione?

Quanto è cultura, scienza, efficacia e quanto business, profitto e mercato totalmente senza regole?

Quanto è un cane che si morde la coda dove chi dovrebbe formare gli studenti all’autonomia, all’ecletismo, alla creatività, all’autoimprenditoria, è il primo che può trarre guadagno dal mercato della formazione?

Quanto è poca luminosità del legislatore?

E quanto poca avvedutezza degli psicologi che ostinatamente sostengono questo mercato?

C’è poi un mistero misterioso che mi lascia seriamente perplessa.

Mentre c’è una sollevazione popolare per chiedere la retribuzione del tirocinio, che è ingiusto lavorare gratis… com’è che poi vedo questi stessi colleghi disposti a fare volontariati infiniti magari nelle stesse strutture dove hanno fatto il tirocinio?

Annunci

3 pensieri riguardo “Il desiderio più desiderato dagli psicologi

  1. Sono in attesa che si manifesti ciò che ho immaginato…
    un mondo libero dal denaro dove ciascuno esprime il proprio talento
    per aiutare il prossimo ad abbandonare il suo passato … 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...