6 pensieri riguardo “L’ora delle scelte difficili per la psicologia

  1. Prima di limitare, sbarrare, chiudere, etc. etc. onde creare l’ennesima professione di élite senza professionalità, io propendo per una riflessione profonda sulla identità ontologica del professionista psicologo e sulla stessa epistemologia psicologica. L’Ordine e la professione psicologica in Italia è nata male ed è cresciuta peggio. Declinare il profilo professionale dello psicologo in forme sinergiche con realtà d’equipe può finalmente risolvere tutti i problemi ed uscire dalle pastoie di scuole di specializzazione che replicano modelli ottocenteschi senza aprirsi alla ricerca ed all’innovazione. Bisogna allargare gli orizzonti (desiderio che leggo nelle parole dell’autrice del blog) e non chiudersi come vorrebbero, invece, le altre realtà che del vertice psicologico non hanno mai compreso nulla…facciamo conoscere la sua bellezza e, finalmente, saremo riconosciuti anche dalla collettività…la professione di psicologo è un insieme di insiemi infiniti…smettiamola di aver paura di ciò che siamo!!! 😉

    1. In linea teorica sono assolutamente d’accordo con te.
      Ma penso che attualmente paghiamo lo scotto di quel “nata male e cresciuta peggio” [senza entrare nell’analisi di quali interessi hanno prodotto ciò…] e non sono sicura che si possa raggiungere un riconoscimento di efficacia sulla collettività nelle attuali condizioni economiche e di mercato se non facendo alcuni passaggi dolorosi, che naturalmente spero transitori.
      Dici “declinare il profilo professionale all’interno delle equipe”.
      Magari! Ma per fare ciò bisogna investire nella risorsa, il che significa anche retribuirla, per poterla tenere dentro a quell’equipe in maniera continuativa e costante.
      Invece non accade e non penso di dire una cosa troppo cinica se dico che non accade perché c’è un mercato di eterni volontari ed eterni tirocinanti che portano avanti INTERI reparti del SSN, con un turn over di sei mesi in sei mesi.
      E questo significa: interventi discontinui e difficoltà a mantenere la qualità (devi riformare ogni volta la risorsa daccapo)

  2. Senza considerare che ogni iscritto ad un Ordine Regionale porta soldi che i Consigli Nazionali e Regionali potranno spendere. Ed è una cosa che in pochi considerano: quanti più iscritti ci sono, più soldi si possono giostrare. Cosa che – purtroppo – fa gola a molti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...