Pubblicato in: Convegno Sippr 2013 - Prato

Prato – Appunti di viaggio G. #3 Post II

Un’attitudine e poi una capacità affinata che credo debba avere il bravo psicoterapeuta è quello di essere interrogativi, dubbiosi, critici, autocritici, creativi, tanto da tirar fuori anche dalla peggiore delle situazioni qualcosa per sé.

Nella mia tesi di specializzazione, sull’alcolismo gravissimo e la cronicità, scrivevo che la speranza non ha a che fare con l’ottimismo, ma con la possibilità.

La parola greca da cui origina “speranza”, in fondo, significa “io suppongo”.

A volte credo che più si ha fede (in un modello, in un’idea…) e forse meno si può avere speranza…Così credo anche che dall’intervento più “noioso” qui a Prato, ho cercato di fare supposizioni su cosa tenere per me, anche quando ciò che intendevo tenere era

…come non vorrò mai fare un’esposizione in pubblico…

Poi è arrivato l’ultimo intervento del Convegno, ormai alle 5 del pomeriggio, con 4 ore e mezzo di macchina che mi aspettavano…

Sale sul palco SILVIO MERCIAI, che io non avevo proprio idea di chi accidenti fosse, ma che temevo mi avrebbe enormemente annoiata.

Psicanalista SPI, alto, magrissimo, con un enorme naso, parla di empatia, inconscio e neuroscienze con una padronanza sconcertante.

Perfetto nel tono, nel linguaggio, fluidissimo nei collegamenti, è stato un autentico faro di speranza.

Suo l’intervento più applaudito, che ha cucito Freud, filosofia, inconscio, sociologia, neuroscienze, futuro, con un morbidissimo filo di seta.

Un’opera davvero incredibile.

Un premio e un regalo per la mia ostinazione a rimanere fino all’ultimo, anche se poi sono arrivata a casa a notte inoltrata…

Annunci

3 pensieri riguardo “Prato – Appunti di viaggio G. #3 Post II

  1. Forunata! Io sono andata via mezz’ora più tardi del previsto cambiando treno, prenotazione ecc. e comunque non sono riuscita ad ascoltarlo fino alla fine, a causa del grande ritardo nell’inizio del suo intervento! A che ora è finito?

    1. E’ finito alle 17,30 passate.
      Diciamo che è stata una scelta perdente già farlo a Prato come raggiungibilità con i mezzi (ma c’erano le elezioni alla Sippr e la scelta ha avuto un chiaro sapore politico…) poi far dilungare l’intervento precedente a quello di Merciai (sul quale stenderò un velo pietoso…) è stato ancora più una scelta errata…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...